Seleziona una pagina

Cynthia Collu: chi è

Cynthia Collu è nata a Milano, dove vive e lavora. Ha frequentato l’Accademia di Brera e ha aperto uno studio di pittura. Si è interessata al teatro, ma il suo interesse principale è sempre stato la scrittura. Ha vinto numerosi premi, tra cui il Loria nel 2007 e il Castelfiorentino nel 2008.

Cosa ha pubblicato

Nel 2009 ha esordito con Una bambina sbagliata per la casa editrice Mondadori. (Premio Berto Opera prima nel 2010)

Nel 2010 ha pubblicato il racconto lungo La guerra di Beba per la Collana On the road di Senzapatria editore (terzo classificato per il premio “Elsa Morante inediti”).

Nel 2015 ha pubblicato, sempre per Mondadori, il romanzo Sono io che l’ho voluto. 

Recentemente ha pubblicato il racconto “Il cielo sopra Ustica “ nell’antologia “La morte nuda” di Galaad editore e “Il club delle libellule” nell’antologia erotica FreeZone di Echos edizioni.

La video intervista in breve:

Consigli per aspiranti scrittori

  • Tutto è autobiografia, ma l’autore deve traslare trama e personaggi in una dimensione narrativa
  • Una lezione di scrittura creativa: le persone, per diventare interessanti in letteratura, devono diventare personaggi
  • Si può arrivare a pubblicare con case editrici importanti anche senza raccomandazioni
  • Le scuole di scrittura creativa servono
  • Gli agenti letterari possono essere fondamentali
  • L’importanza della riscrittura: Cinthya ha riscritto il suo primo romanzo 4 volte
  • L’importanza del linguaggio e l’uso di metafore vive, nuove, prese dal proprio vissuto
  • Per scrivere bene bisogna leggere moltissimo
  • Le scalette sì, ma anche l ‘improvvisazione…
  • Se nel primo capitolo metti una pistola, nel terzo deve sparare. Checkov
  • I dettagli devono essere funzionali alla storia
  • Dagli scritti sparsi al libro: come tessere la trama di un romanzo
  • Gli scrittori si nutrono della scrittura di altri scrittori: Saul Bellow e Hemingway
  • L’umiltà è la qualità migliore di uno scrittore.

Liberiamo i libri dalle biblioteche

Michele Renzullo

Commenti

commenti

Share This