Abbiamo già parlato in un’altra occasione delle caratteristiche su come scrivere un giallo.

Vediamo con questa infografica qualche differenza con un genere affine: il thriller

 

Thriller

  1. Caratteristica: forte coinvolgimento emotivo, utilizzo della suspense.
  2. Il lettore assiste alla preparazione e all’esecuzione del crimine, la storia è incentrata sulla soluzione razionale di un enigma iniziale.
  3. Obiettivo: non è scoprire chi è il colpevole, ma come farà il protagonista a cavarsela. Suscitare la curiosità del pubblico, coinvolgendolo emotivamente in un clima di crescente tensione.
  4. Trama: molteplici aspetti (dall’omicidio, al rapimento di un bambino, al traffico di droga)
  5. Indagine: più incentrata sull’azione che sul ragionamento mentale.
  6. Personaggi: il protagonista non è necessariamente un detective o un poliziotto: può essere una persona comune, che rimane coinvolta nel fatto. La vittima. Altre personaggi secondari. Di solito subiscono tutti un approfondimento psicologico
  7. Finale: non sempre è lieto: a volte è drammatico, bene e male vengono rovesciati e rimescolati
  8. Autori: Cornwell, Deaver, Follett, Jo Nesbo, Paula Hawkins, Maurizio De Giovanni

 

Giallo

  1. Caratteristica: forte coinvolgimento intellettivo.
  2. Il lettore è chiamato a risolvere e svelare il crimine, che è il centro della storia.
  3. Obiettivo: risolvere l’enigma smascherando il colpevole.
  4. La trama: si basa sulla risoluzione del caso, generalmente un omicidio.
  5. Indagine: basato sul ragionamento deduttivo.
  6. Personaggi: l’investigatore, l’eventuale assistente, il colpevole, la vittima. Sono meno approfonditi.
  7. Fine: di solito il finale si chiude con un senso di giustizia, il criminale viene acciuffato e condannato.
  8. Autori: Agatha Christie, Conan Doyle, Simenon, Camilleri, Carlo Lucarelli, Giorgio Faletti, Scerbanenco

Commenti

commenti

Share This