La promozione editoriale può fare il successo di un libro (così come un buon editing). Non è un’esagerazione: sia chi si autopubblica che chi firma contratti con case editrici ha bisogno di promuovere il suo romanzo.

È vero, esistono figure professionali apposta per aiutare in questa missione. Ma si può sempre fare qualcosa di più, nel proprio piccolo, per sponsorizzare la propria opera. Alcune volte, poi, i servizi editoriali resi dalle case editrici, soprattutto fra gli esordienti, lasciano a desiderare. Non lo dico solo io, ma moltissimi autori con anni di esperienze alle spalle!

È certo che un lettore, trovandosi bombardato da pubblicità di un certo prodotto, ceda alla curiosità. Giornali, social, televisione, siti web e presentazioni in libreria: i metodi per realizzare un solido book marketing sono innumerevoli!

Come promuovere un libro, magari autopubblicato? Ho raccolto tutti i miei consigli a riguardo in una guida definitiva sull’argomento.

Prima di scoprirli insieme, però, ecco qualche verità sul mondo dell’editoria che devi sapere:

  • Anche se sei pubblicato da una casa editrice, devi impegnarti nella promozione. Più che altro, di solito si pubblicizzano gli autori già famosi, perché sono chiaramente quelli comprati più volentieri. Gli esordienti, appunto, devono darsi da fare anche individualmente.

 

  • Se il libro è brutto, non funziona nemmeno la miglior pubblicità. Non è che la promozione può fare magie! Quindi, ti consiglio di approfondire le tue tecniche narrative, magari, con un bel corso di scrittura creativa.

 

  • È importante promuovere ancor prima di pubblicare.

Nel successo della promozione, si ripercuotono gli sforzi compiuti prima della pubblicazione. Conta quindi trama, stile, copertina e impaginazione etc. Occhio anche a titolo, copertina, quarta di copertina. Sono molto più importanti di quanto sembri, per la buona riuscita di un romanzo. Riserva una cura speciale a questi procedimenti e ne sarai ripagato.

 

Le regole per promuovere un libro

Le regole base sono tre:

  • Qualità à fai sì che il romanzo che pubblicizzi sia un libro di qualità;
  • Attrazione à punta a chi è già interessato, facendoti notare e non risultando così insistente;
  • Pensa come un lettore à essendo autore, qualcosa mi dice che sei anche un lettore accanito. Bene, perché per pubblicizzare un libro c’è bisogno di pensare come un lettore! Una volta che hai scelto il tuo target, fatti queste domande e agisci di conseguenza: cosa mi piace leggere? Perché scelgo proprio un certo libro invece che un altro? Cosa mi attira in libreria?

Quanto costa promuovere un libro

Per pubblicare un romanzo, oltre che tempo e impegno, ci sono costi da sostenere. Sto parlando dei processi di editing e correzione di bozze,di realizzazione di copertina, di grafica, etc.

Anche per promuovere il tuo libro affronti delle spese, ma sono meno definite rispetto alle somme da pagare per un editor e così via. Quest’ultimo può dirti subito le sue tariffe, mentre spesso la quota da spendere durante l’attività di promozione dipende dalla sua durata e dagli strumenti che adoperi.

La promozione comporta una spesa di:

  • soldi: affidandoti a un consulente specializzato e apparendo nelle pubblicità a pagamento;
  • tempo: investendo impegno e studio individuale nell’operazione; es. gestione personale di social, etc.

Promuovere un libro gratis è un’opzione preferita da molti. È indubbio, però, che sia una campagna promozionale gratuita che a pagamento hanno i loro vantaggi. Valuta bene le tue disponibilità, prima di fare una scelta. Ciò che devi tenere a mente è che il tuo nome deve diffondersi il più possibile.

Quanto tempo ci vuole a promuovere un libro

Lascia che ti chiarisca una cosa: la pubblicità si estende oltre la pubblicazione.

Molti selfpublishers sono convinti che il più della promozione debba essere svolta prima della stampa. Al contrario, dopo il lancio si deve sostenere una campagna promozionale attiva e continuativa per raggiungere più lettori possibile.

Questo perché, nell’ottica dello scrittore, questo tuo titolo in uscita non sarà certo l’unico. È importante dunque crearsi una schiera di lettori affezionati, che desiderino storie nuove scaturite dalla tua penna.

Se poi hai già pubblicato qualcosa, be’…il lancio di un nuovo racconto è un’ottima occasione per ripresentare all’audience i tuoi romanzi precedenti.

Dunque, a chi mi chiede quanto tempo ci vuole per promuovere un libro, rispondo: la promozione non finisce mai!

Gli strumenti per promuovere un libro

Tra tutti, promuovere un libro online è la scelta più proficua. Ma esistono anche molti altri mezzi per fare pubblicità al tuo romanzo.

  • blog/profili/siti;
  • concorsi letterari;
  • social network;
  • presentazioni letterarie;
  • community online;
  • comunicati stampa;
  • passaparola;

Ogni metodologia ha i suoi pro e i suoi contro, ovviamente. E anche una spesa economica più o meno cospicua.

Abbiamo visto, però, che il lavoro di promozione deve essere duplice: da una parte l’attività dei professionisti del settore, dall’altra il tuo impegno personale.

Per farti pubblicità, da solo o con un supporto, ecco qualche consiglio per promuovere il tuo libro in modo efficace:

  • I social

Promuovere un libro sui social è perfetto. Qui, infatti, sei in contatto con moltissime persone, anche sconosciuti che potrebbero essere interessati al tuo libro. In social come Facebook, Instagram, TikTok etc esistono community di lettori appassionati da cui farti scoprire.

La cosa migliore è promuovere il tuo libro su Instagram. Infatti, fra tutti, questo social è la piattaforma migliore per pubblicizzarsi mediante un profilo. Gestire una pagina però, ti avverto, non è una passeggiata. Devi essere costante e condividere contenuti che gli utenti possono trovare interessanti, e farlo almeno un paio di volte a settimana. Tramite post e storie, infatti, crei un rapporto diretto con i lettori, “fidelizzandoli”.

Le tue attività sulla pagina dovranno essere coerenti, quindi ti consiglio di ricorrere a una strategia ben precisa. Uniforma il tuo storytelling, i caroselli e le immagini che pubblichi, creando un tuo stile personale.

Ma cosa pubblicare? Be’, hai una vasta gamma di scelta. Ad esempio,

  • Frammenti e pensieri;
  • Elementi di worldbuilding;
  • Prospetti di personaggi;

Occhio a pubblicare nelle ore giuste e a corredare i tuoi interventi con gli appositi hashtag, per arrivare a più persone possibile.

  • Il passaparola

È complesso controllare le chiacchiere ma, a volte, è utile affidarcisi. Quel che puoi fare per far sì che la narrazione su di te sia positiva è scrivere un bel libro di qualità e sperare che il messaggio arrivi al pubblico. Così, le voci cominceranno a circolare e il tuo nome potrà diffondersi fra le community di amanti di lettura.

  • Il potere degli influencer

È una sorta di binomio dei due metodi visti sopra: social + passaparola = influencer marketing.

È di sicuro un modo efficacissimo per raggiungere le persone. Gli influencer, infatti, possono guidare i pareri dei propri follower, conducendoli a scelte e acquisti ben precisi. Se il proprio influencer del cuore parla bene di un libro sui suoi shorts, probabilmente i suoi fedeli saranno interessati a scoprire di più su di esso. Ed ecco che il tuo romanzo finisce nei loro feed.

  • Le recensioni dei blogger

Promuovere un libro online è molto semplice, al giorno d’oggi. Ad esempio, ci sono blog appositi dove gli amanti dei libri pubblicano recensioni di quel che leggono. Molti di questi si organizzano con gli autori per leggere e commentare romanzi, raggiungendo un vasto pubblico e aiutando gli scrittori a essere conosciuti ancor di più. Inutile dire che chi frequenta questi siti adora leggere e che, magari, è alla ricerca di un nuovo autore da scoprire. E più recensioni del tuo libro circolano online, più questo acquisisce visibilità.

Di solito, per le collaborazioni con i blog online si spedisce l’ebook o il cartaceo ai recensori, che poi leggono i libri e pubblicano le proprie impressioni sulla loro pagina. Ci sono blog che recensiscono romanzi gratuitamente e chi, invece, lo fa a pagamento.

  • Presentazioni e firmacopie

Si tratta di eventi organizzati anche dalle stesse librerie, dove l’autore parla del suo nuovo romanzo facendosi conoscere e firmandone le copie. Non è semplicissimo allestire presentazioni, è vero. Ma, magari, proponendoti a piccole librerie locali, meglio ancora se indipendenti, puoi pubblicizzare il tuo libro in un ambiente ricco di persone interessate alla letteratura. Possibili compratori, dunque.

Se riesci a organizzare una presentazione per il tuo romanzo, fai in modo che la gente lo sappia. Menziona quindi l’evento sui tuoi social, coinvolgendo nella promozione anche amici e parenti. Una buona idea è anche preparare un evento Facebook che ricordi a tutti data, luogo e organizzazione!

 

Consiglio bonus: quando decidi di pubblicizzare il tuo romanzo, ti consiglio di inquadrare bene il pubblico a cui vuoi rivolgerti. In questo modo, potrai organizzare la tua strategia promozionale in modo efficace.

Errori da non fare nella promozione di un libro

La promozione editoriale non è una passeggiata. Soprattutto se non se ne è esperti, può capitare di compiere in errori che boicottano il tuo romanzo. Vediamone alcuni insieme.

  • Limitare la distribuzione

Spesso, soprattutto nell’ambito del selfpublishing, gli autori decidono di pubblicare solo in ebook, magari su Amazon. È facile, veloce e intuitivo. Più semplice che passare per case editrici, consulenti, etc. Ma sei sicuro che sia una scelta saggia?

Ti consiglio di affidarti sempre sia al cartaceo che all’ebook. Perché? Innanzitutto, perché entrambi formati rispondono a esigenze specifiche dei lettori. Magari qualcuno non ha più spazio in libreria e opta per il digitale, ma altrettanti prediligono la carta ai pixel. Conosco moltissime persone che elogiano i romanzi cartacei affermando che cambiano l’esperienza stessa della lettura; che sfogliare le pagine rilassa e aiuta a concentrarsi.

Meglio quindi dare più scelte al tuo pubblico, così da accontentare sia gli appassionati della stampa che i pragmatici lettori di Kindle.

  • Avere fretta

Certi autori, orgogliosi del loro manoscritto e desiderosi di vederlo pubblicato, sono precipitosi. Non curano abbastanza i propri progetti, finendo per affrettarne la conclusione e penalizzando il risultato.

Al pari della stesura, anche la promozione è una lunga strada da percorrere. Proprio come è il caso di prendersi tutto il tempo necessario in fase di pubblicazione, lo stesso vale per la pubblicità del tuo romanzo. Pianifica una strategia promozionale e portala avanti con impegno e perseveranza, senza cadere vittima della fretta. Solo così puoi occupartene scrupolosamente a raggiungere risultati soddisfacenti.

  • Essere insicuri

Per concludere, liberati di vergogna e pregiudizio. A volte, gli autori sono restii a fare promozione esponendosi in prima persona. Magari, temono di apparire insistenti ed egocentrici. A loro importa scrivere, mica fare i venditori! Questo atteggiamento è comprensibile; tuttavia, per poter far conoscere un romanzo e far leggere le proprie storie, non si può prescindere dalla promozione. Uno tira l’altro!

Dunque è il caso di prendere coraggio e vincere i propri timori. Hai scritto un libro, ti sei impegnato moltissimo e non c’è niente di male nel desiderare di essere letto! Fatti una domanda: credi nel tuo romanzo? Se la risposta è sì, allora vale la pena farlo conoscere a più gente possibile. Non hai altro su cui riflettere.

 

Promuovere un libro non è la cosa più facile del mondo. Costa tempo, impegno e denaro. Ti assicuro però che, se desideri farti conoscere, è la cosa giusta da fare. Ci sono casi editoriali definiti tali anche grazie alla buona sponsorizzazione realizzata dagli autori. Libri che, magari, senza il passaparola non avrebbero potuto sfondare.

Quindi, immagina tutto quel che fai nella promozione come un investimento. Non esitare a pubblicizzare il tuo romanzo e credici fino alla fine!

Share This